VKM loves LGBT-01

C’era bisogno di dirlo?

Credevo di no, e invece sì.

Molti si chiedono in rete se la strage di Orlando sia un caso di terrorismo islamico, oppure di omofobia, oppure ancora un delirio psicotico – essendo l’attentatore islamico e gay…

Io mi chiedo se in fondo ci sia differenza.

Qualunque religione contraria alla libera espressione della sessualità umana è una forma di psicosi. Tutta la violenza del mondo, non ha altra origine che questa.

E purtroppo, devo dire che non si tratta solo dell’Islam e del Cattolicesimo, le cui posizioni sul tema sono ben note… L’induismo non è estraneo alla mentalità omofobica, e anche nel mondo dello yoga è diffusa la tendenza a sanzionare l’omosessualità, o quantomeno a considerarla una forma di immaturità spirituale.

Anche nel cosiddetto ‘Tantra’, anche in certi discorsi di Osho, si intravede questo pregiudizio.

La pensino come vogliono. Ognuno la pensi come vuole. Ed è chiaro che dall’avere un’opinione al fare una strage in discoteca ci passa tutto l’universo.

Ma in questo momento, l’inquietudine che avverto nella comunità gay e lesbica mi fa sentire l’urgenza di prendere una posizione chiara: l’unica immaturità spirituale che riconosco è quella di non saper accettare sé stessi, il proprio modo di essere, di desiderare, di amare. E chi si trova in questa condizione, immancabilmente tenderà a biasimare, censurare, castigare chi gli ricorda quel lato di sé negato e ha il coraggio di mostrarlo al mondo.

I love LGBT. I am LGBT. VKM loves LGBT.

Questo non c’entra con lo yoga. C’entra col gestire uno spazio pubblico, dove tutti sono benvenuti e rispettati in ciò che sono e desiderano essere.

Torna al blog

 

Leave a reply